FANDOM


Mello (blanc et noir)
Mello
Comparse
Debutto Manga
Capitolo 59: Zero
Debutto Anime
Episodio 26: Rigenerazione
Videogiochi
Death Note: Successor to L
Dati Personali
Vero nome
Mihael Keehl
Detto Anche
M
Specie
Umano
Sesso
Maschio
Gruppo Sanguigno
A (manga)
B(anime)
Data di Nascita
13 dicembre, 1989 (1992 nell'anime)
Data di Morte
26 gennaio, 2010 (2013 nell'anime)
Età
14 prima del salto temporale
19-20 dopo il salto temporale
Altezza
1,71 m
Peso
52 Kg (circa)
Organizzazione
Wammy's House
Mafia
Attori
Doppiatore Giapponese
Nozomu Sasaki (佐々木・望, Sasaki Nozomu)
Doppiatore Italiano
Fabrizio De Flaviis
Doppiatore Inglese
David Hurwitz
Doppiatore Coreano
Il Kim (김일, Kim Il)
Doppiatore Spagnolo
Manuel Gimeno (Spagna)
Javier Olguín (America Latina)
Doppiatore Portoghese
Marcos Souza
Doppiatore Francese
Emmanuel Garijo
Doppiatore Tedesco
Niko Sablik
Doppiatore Ungherese
Tamás Markovics


Mello (メロ, Mero) è il più grande dei successori di Elle, è cresciuto alla Wammy's House— l'orfanotrofio di Quillsh Wammy per bambini dotati a Winchester, Inghilterra. Quando Roger deciden che Mello deve lavorare con Near, Mello rifiuta, facendo riferimento che collaborare con qualcuno è come esserne considerato “secondo”. Lascia l'orfanotrofio poco dopo, dicendo che troverà la sua strada, e infine cerca aiuto nella Mafia.

AspettoModifica

Mello ha i capelli biondi e gli occhi blu. Successivamente, guadagna una cicatrice sul lato sinistro della faccia, dopo aver creato un esplosione nel covo della mafia al fine di sfuggire alla cattura. In generale, Mello indossa vestiti di cuoio scuro. Nel manga indossa una corona del rosario e un bracialleto con croce ornata. Nell'anime, la croce è stata cambiata in un bastone. Ha con sè anche un'arma; nel manga, l’arma ha una croce annessa ad una catena che è collegata al manico.

TramaModifica

Quattro anni dopo il morte di Elle, Mello viene a sapere del Death Note da Ratt. Ratt, un membro dell'SPK, incomincia a passare informazioni a Mello sin da subito dopo che l’SPK si riunisce per la prima volta. Mello ottiene un Death Note dalla Task Force Giapponese avendo fatto rapire dalla Mafia la figlia di Soichiro Yagami, e avendola poi scambiata per un Death Note. Mello recupera il Death Note con successo dopo aver ingannato la polizia giapponese nel farle credere che il Death Note sarebbe stato transportato lontano dal luogo dello scambio in elicottero, per poi rivelare che era in realtà stato caricato su un missile, che non può essere tracciato. Dopo aver vinto in astuzia Kira, la Mafia di Mello ha recuperato il Death Note, e comincia a pianificare il suo utilizzo. Ciò nonostante, Light scopre la posizione precisa del covo della Mafia di Mello facendo usare a Misa i suoi Occhi degli Shinigami per scoprire l’identità della persona con il Death Note, ovvero Jack Neylon, e utilizzando l’altro Death Note per obbligare Neylon a comunicargli la sua posizione.

Intanto, lo Shinigami Sidoh, il proprietario originale del Death Note in mano alla Mafia, scopre dove si trova Mello. Sidoh e Mello fanno un "patto": Mello dà a Sidoh del cioccolato, e Sidoh informa Mello che due regole scritte sul Death Note sono in realtà false: in particolare, la regola dei tredici giorni. Mello quindi capisce che Kira abbia usato queste regole false per indurre con l'inganno la polizia giapponese a pensare che sia innocente.

Light nel frattempo invia una squadra SWAT a fare un’incursione nel covo della Mafia, obbligando Mello ad un confronto faccia a faccia con Soichiro Yagami, che adesso possiede gli Occhi dello Shinigami. Mello rivela che l’edificio é attrezzato con ordigni pronti ad esplodere, ma Yagami vede il nome di Mello: Mihael Keehl. Mello rimane scioccato sentendo il suo nome, e quando un membro della Mafia aggredisce Soichiro, ferendolo mortalmente, Mello detona gli ordigni. Mello riesce a sopravvivere all'esplosione e sfuggire alla polizia, ma il suo volto viene sfregiato dalle ustioni riportate.

Egli ricompare a casa di Halle Lidner, che aveva già precedentemente fornito informazioni a Mello sull'avanzamento delle indagini dell’SPK. Con Lidner sotto tiro, Mello entra alla sede centrale dell’SPK per recuperare una sua foto in possesso di Near. Quando Near dice a Mello che gli è stato utile, Mello si arrabbia e punta la sua pistola contro Near, affermando di non essere un suo strumento da utilizzare per risolvere un indovinello. I membri dell’SPK presenti puntano le loro pistole contro Mello. A questo punto interviene Lidner dicendo che se Mello sparasse a Near, essi lo ucciderebbero e quindi Kira stesso ne risulterebbe vincitore. Mello abbassa la pistola, e Near gli consegna la foto. Come per pagare subito il suo debito con Near per avergli ristituito la foto, Mello gli dice circa l'esistenza degli Shinigami e che due regole sono false. Prima di andarsene, lui e Near promettono l'un l'altro di dare inizio alla gara per chi catturerà per primo Kira.

Mello poi chiama Matt, un vecchio amico dellla Wammy’s House, e gli chiede di spiare Misa Amane. Dopo aver appreso che Light è Kira e che Near avrebbe cercato di arrestarlo, Mello rapisce Kiyomi Takada. Matt attacca il conviglio di Takada e Mello, coperto in volto da un casco, le offre di portarla al sicuro e la fa salire sulla sua motocicletta. Nella confusione, Takada accetta, ma quando riconosce Mello è già troppo tardi. Mello riesce a fuggire dalla guardie del corpo che lo inseguivano e poi rinchiude Takada in un camion per le consegne. Mello si traveste da fattorino e dice a Takada di spogliarsi, ma le permette di coprirsi con una coperta nel processo. Grazie a ciò, la coperta le permette di nascondere un pezzo di carta del Death Note che aveva nascosto nei suoi vestiti in caso di necessità.

Mentre guida, Mello vede in una televisione portatile che Matt è stato catturato dalle guardie del corpo di Takada ed è stato ucciso; rivolto quindi a Matt, si scusa.

Takada, che aveva saputo il nome di Mello da Light, usa il foglio del Death Note per uccidere Mello. Mikami nel frattempo recupera il suo Death Note per ucciderla, non capendo però che Light l'ha già uccisa con un pezzo di carta del Death Note che tiene nascosto nel suo orologio al polso. Grazie a ciò, l'SPK viene a sapere della posizione del vero Death Note di Mikami, e con questa informazione riuscirà poi a sconfiggere Kira.

Near dirà che Mello aveva capito di non poter essere all'altezza del loro predecessore e aveva quindi collaborato con lui fino, e anche dopo, la sua morte. Near riflette su questo durante il confronto finale con Light riconosce a Mello l'importante ruolo che ha avuto nel permettergli di scoprire l'identità di Kira.

Halle Lidner riterrà inoltre che Mello sapeva che avrebbe dovuto morire poichè sapeva che l'unico modo per ottenere la posizione del vero Death Note di Mikami fosse di constringerlo ad uccidere qualcuno per un bisogno immediato. Tuttavia Near non è d'accordo.

Another Note: Il serial killer di Los AngelesModifica

Mello è anche l'autore del romanzo spin-off Another Note: Il serial killer di Los Angeles, in cui racconta del caso più intricato risolto da Elle.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale